Nonostante il decorso del termine fissato dalla Legge di Bilancio per il mese di gennaio 2019, non è ancora stato emanato il decreto di attuazione del Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR).

Lo slittamento è, almeno in parte, legato al fatto che sono giunti al Ministero dell’Economia e delle Finanze rilievi da parte della Commissione europea in merito alla procedura prevista, di cui dovrà essere verificata la compatibilità con il diritto dell’Unione europea: questione diventata più “calda”, allorché la Legge di Bilancio ha allargato la platea dei potenziali beneficiari dell’indennizzo e eliminato la condizione di un previo accertamento individuale del misselling, mediante sentenza del giudice civile o decisione arbitrale.